L’obbligo di motivazione nella repressione degli abusi edilizi

GERARDO GUZZO, L’obbligo di motivazione nella repressione degli abusi edilizi risalenti nel tempo: tra esigenza di certezza del diritto e tutela dell’affidamento incolpevole (brevi riflessioni a margine dell’ordinanza n. 1337/2017 della Sezione VI del Consiglio di Stato)*.


ATTENZIONE: questa pagina è riservata agli abbonati. Per accedere ad essa, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle. Per attivare un abbonamento, clicca qui.

Autenticazione
 Ricordami