Copyright della rivista e delle sue banche dati

n. 1/2012 | 1 gennaio 2012 | © Copyright | Menu | Torna indietro More

© Informazioni sul copyright
della rivista LexItalia.it
e delle sue banche-dati


Tutti i diritti relativi ai testi pubblicati nel sito LexItalia.it sono della Giuriconsult s.r.l. La riproduzione totale o parziale dei documenti pubblicati effettuata da parte di terzi con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto idoneo alla riproduzione e trasmissione non è consentita senza il consenso scritto della Casa editrice.

Sono consentite solo riproduzioni di singoli documenti per uso personale da parte degli abbonati. Eventuali abusi saranno perseguiti. L’Editore si riserva il diritto di sospendere immediatamente l’abbonamento ritenuto fonte dell’illecito approvvigionamento. Le massime, premassime e note di raccordo e di richiami sono della redazione e sono soggette alla tutela del diritto d’autore. Le banche dati sono protette dalle vigenti disposizioni materia. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli art. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della legge 633/1941.

Ai sensi dell’art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, si precisa che le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d’autore e sui diritti connessi.

Sono consentiti link alla prima pagina della rivista purché venga chiaramente indicato che si tratta di link verso “LexItalia.it” (www.lexitalia.it).

Ai sensi dell’art. 5 L. 633/1941 sul diritto d’autore, i testi degli atti ufficiali dello stato e delle pubbliche amministrazioni, italiane o straniere, non sono coperti da diritto d’autore; tuttavia l’elaborazione, la forma e la presentazione dei testi stessi nel sito LexItalia.it si intendono protette da copyright.

Tutti i testi dei provvedimenti pubblicati non sono ufficiali; non si assumono responsabilità per eventuali errori od omissioni in essi contenute. Per gli atti normativi, l’unico testo facente fede è quello pubblicato a mezzo stampa sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.